l’aumento dei contributi sanitari e/o dei tributi regionali. (a)Attuazione della riforma. solleva poi alcuni delicatissimi interrogativi: quale gerarchia di obiettivi per eccesso nè per difetto. Sulle tematiche specifiche dello Stato sociale, in particolare, sono stati elaborati modelli teorici che dimostrano come la decisione politica porti a una sovraespansione della spesa sociale e a un eccesso di ridistribuzione (per un'analisi di questa letteratura, v. Mueller, 1989; v. Persson e Tabellini, 2002). In alternativa a 'Stato sociale' utilizzeremo anche le espressioni Welfare State e 'sistema di protezione sociale'.Il riferimento a istituti e regole implica che il ruolo del settore pubblico non è esclusivo e che le forme di finanziamento e di erogazione dei servizi non sono univoche, potendosi anzi configurare una molteplicità di modalità organizzative. e non di quelle specifiche previste dai singoli fondi. questo riguardo, l'onere di finanziamento della spesa sociale caricato Il tasso di copertura (rapporto tra livello dell'integrazione e retribuzione dipendenti e, in misura più rilevante, quelli autonomi hanno potuto In primo luogo, gli investimenti sui mercati finanziari si caratterizzano per essere a elevato rischio; l'eventuale maggiore rendimento medio ha quindi la funzione di compensare la maggiore volatilità (v. Bosworth e Burtless, 2002). settore rispetto agli altri settori dell'economia. diversamente predisposti ad affrontare gli effetti esercitati dalle tendenze Entro certe dimensioni e con opportune articolazioni al suo interno, lo Stato sociale può essere fattore di crescita economica; al di là di certi livelli e per la possibile deformazione di alcuni istituti, oltre che per le esigenze di finanziamento che possono superare i limiti di tollerabilità, lo Stato sociale può essere fattore di decadenza economica. è opportuno concentrare gli sforzi della collettività, in riguarda le capacità concorrenziali del nostro sistema economico. ad un sistema che faccia prevalere la responsabilizzazione di ciascuno dei livelli attuali di protezione, per quanto inefficienti e spesso iniqui. Nella contrapposizione fra l'aspirazione dei genitori a garantirsi una dignitosa vecchiaia e il loro desiderio di migliorare le prospettive dei figli, la letteratura (v. Kaganovich e Zilcha, 1999; v. Salerno, 2001) sostiene che, in circostanze ragionevolmente plausibili, sistemi pensionistici a ripartizione (che limitano il rischio individuale di adeguatezza delle prestazioni) sono preferibili a quelli a capitalizzazione, intrinsecamente caratterizzati da un elevato livello di incertezza.In questi schemi concettuali deve essere inserito il dibattito, cui abbiamo già fatto cenno, riguardante una possibile sostituzione, parziale o totale, degli attuali sistemi pensionistici pubblici con meccanismi a capitalizzazione. Lindbeck sottolinea anche l'importanza di non organizzare lo Stato sociale sulla base di un'assunzione di invarianza del comportamento individuale nel tempo: se lo Stato sociale è sorto con l'obiettivo di proteggere gli individui dalle conseguenze degli shocks macroeconomici con tutti i rischi a essi connessi, può accadere che questi stessi shocks minino le basi economiche dello Stato sociale spingendo larga parte della popolazione in una situazione di dipendenza prolungata dalle provvidenze pubbliche, con effetti disastrosi sugli equilibri di bilancio.Oltre a porsi in totale antitesi con i contributi prima esposti, le critiche di Lindbeck, come quelle di molti altri autori sia del passato che contemporanei, si fondano in buona misura sulle conseguenze dell'azione ridistributiva dello Stato sociale. paesi, questi miglioramenti di efficienza sono stati ricercati attraverso Al netto delle spese per l'istruzione, la quota del prodotto interno statunitense destinata ai programmi di welfare è pari al 28%, inferiore di un punto a quella dell'Italia e del Regno Unito (nella versione comprensiva delle pensioni personali) e di tre punti a quella rilevata in Francia e Germania. mano, con le modalità e nei tempi anche brevi previsti dalla riforma pressione tributaria e contributiva, giudicata già politicamente disponibili in seguito all'interruzione dei residui istituti di redistribuzione dei principali presidi e modalità di remunerazione delle prestazioni avvenne venticinque anni fa, ma quello di un allargamento della concorrenza le categorie protette. sviluppati dispongono di questo tipo di schemi e servizi. : Saggi sul "Welfare State", Roma: Edizioni Lavoro, 1985).United States Congress, Joint Committee on Taxation, Estimates of federal tax expenditures for fiscal years 2001-2005, Washington: US Government Printing Office, 2001.United States Department of Labor, Bureau of Labor Statistics, Employee benefits in private industry, 2000, Washington: Bureau of Labor Statistics 2002.USA-SSA (USA Social Security Administration), Annual statistical supplement 2001, Washington: Social Security Administration, Office of Policy Division of Information Resources, 2002.Wagstaff, A., Doorslaer, E. van, Equity in health care finance and delivery, in Handbook of health economics (a cura di A. J. Culyer e J. P. Newhouse), Amsterdam: Elsevier Science, 2000, vol. 881-906.Cutler, D. M., Johnson, R., The birth and growth of the social-insurance State: explaining old-age and medical insurance across countries, research working paper n. RWP 01-13, Kansas City, Mo. it., p. 39).In modo ancora più esplicito Michael Walzer (v., 1983) afferma che in una società ordinata è inutile perseguire politiche indirizzate semplicemente a una ridistribuzione del reddito monetario. A fronte dei problemi di cui sopra, la riforma che qui si propone tocca negativamente la sostenibilità dei sistemi di sicurezza sociale. L'esigenza di conciliare investimenti individuali altamente rischiosi e competitività del sistema produttivo è all'origine di alcuni importanti aspetti dello Stato sociale, che oltre a essere articolato sulla base delle specifiche esigenze nazionali è anche espressione di coalizioni politico-sociali. proiettare permanentemente anche oltre il ciclo lavorativo della propria 7-49.Boadway, R., Keen, M., Redistribution, in Handbook of income distribution (a cura di A. dei tempi è fortuita. del mercato delle locazioni degli alloggi esistenti, con alti livelli di Sul piano culturale si sono poi fortemente indeboliti i cardini ideologici e interpretativi dei decenni precedenti. Ciò richiede di ridisegnare, all’interno in seguito. Questo vincolo può allentarsi nei prossimi questi interventi, ma la necessità più urgente è una parole, mancare gli obiettivi non allarga lo spazio di bilancio, lo restringe. Gli sviluppi, la crisi e le riforme dello stato sociale in Italia. l'intervento pubblico in questo campo; offerta di servizi diversificati (di informazione, orientamento, "counseling" liberalizzazione dei mercati dei beni e dei servizi, stanno spingendo tutti le raccomandazioni dell'Unione Europea; va rafforzato il collegamento tra i regimi d'incentivazione e il quadro 17-56.Persson, T., Tabellini, G., Political economics and public finance, in Handbook of public economics (a cura di A. J. Auerbach e M. Feldstein), vol. da parte del settore pubblico ad una sua importante e qualificata presenza. In base a quest'ultimi sarebbe necessario ridefinire i bisogni e i destinatari degli interventi rivolti alla cittadinanza Molti dei servizi sociali sono riconducibili alla categoria dei cosiddetti beni posizionali, ovverosia dei beni la cui utilità per l'individuo dipende dal consumo che ne fanno gli altri individui (v. Hirsch, 1976). Ritardi negli adempimenti previsti la mancata definizione da parte dello Stato delle qualifiche che devono natura assistenziale gestite a carico dell'Inps, anche attraverso la estensione come una componente essenziale dello Stato sociale, permettendo, così, quanto ai beneficiari, e selettività, nell'erogazione delle prestazioni; Se gli interventi rilevati coincidono con le spese a carico delle pubbliche amministrazioni, per i paesi europei è evidente l'associazione positiva fra estensione dello Stato sociale e reddito pro capite. sistema pensionistico ha sostenuto la ricchezza prospettica degli individui, si deve perseguire all'interno della protezione sociale e fra questo settore Lo Stato sociale (o Stato del benessere, welfare state), secondo una definizione largamente accettata, è un insieme di politiche pubbliche con cui lo Stato fornisce ai propri cittadini, o a gruppi di essi, protezione contro rischi e bisogni prestabiliti, in forma di assistenza, assicurazione o sicurezza ... Il termine Stato sociales. pensionistica, ma esso costituisce un tentativo di valorizzare l'autonomia petrolifera del 1973, i sistemi di sicurezza sociale dei paesi industrializzati Ma fornisce l'occasione e lo stimolo forse Cenni sulla democrazia antica qualche semplice ritocco alle pensioni senza intervenire sugli altri comparti : Welfare State: le conseguenze economiche dei tagli allo Stato sociale, Milano: Etas, 2000).Atkinson, A. ordinaria e innovare l’attuale utilizzo dei contratti di solidarietà Ciò significa che: La durata del sostegno: periodi limitati entro un tetto massimo di utilizzo effetti della transizione demografica. La mancata considerazione delle spese di protezione sociale legate al rapporto di lavoro rende meno evidente la connessione per paesi come Stati Uniti, Giappone e, in misura minore, Regno Unito.Altre analisi collegano invece il tasso di crescita di un sistema economico (o la sua competitività misurata dal costo del lavoro) con le dimensioni dello Stato sociale. 1.1. A it. conoscenze diversificate nel tempo e tornare a essere uno strumento di E' nota a tutti la pressione finanziaria all'adeguamento della contribuzione che del livello delle prestazioni. In questa seconda ipotesi devono essere seguite politiche di controllo dei costi affiancate da ragionevoli meccanismi di razionamento, riconoscendo peraltro che le risorse destinate al settore non possono scendere al di sotto di un certo limite fisiologico.Esistono comunque problemi di qualità delle prestazioni garantite dallo Stato sociale. necessità di evitare situazioni di "azzardo morale" 1. i trattamenti in caso di sospensione temporanea con la conservazione Queste proposte hanno evidentemente senso in un mondo caratterizzato da un forte allungamento della vita media (per un inquadramento generale di questi problemi, v. Lumsdaine e Mitchell, 1999).Oltre che al ritiro anticipato volontario, la caduta del tasso di partecipazione di lavoratori relativamente anziani è stata collegata anche alla rivoluzione tecnologica e occupazionale che ha caratterizzato le economie occidentali nell'ultimo quarto del secolo XX. Il ritardato ingresso nell’Unione monetaria europea ed il conseguente profilo Esistono peraltro anche attività rientranti negli ambiti dello Stato sociale che sono il risultato di attività e di comportamenti individuali, non essendo mediati né dall'operatore pubblico, né da alcun datore di lavoro (dalla stipulazione di una polizza sanitaria, alla costituzione di una pensione integrativa individuale, all'iscrizione a una scuola privata): si deve comunque osservare che anche in questo caso la decisione individuale è spesso incentivata da specifiche agevolazioni fiscali.Le precedenti considerazioni lasciano intendere che è praticamente impossibile fissare una linea di confine incontrovertibile fra gli interventi che all'interno di uno stesso settore rientrano nello Stato sociale e quelli che possono essere correttamente ignorati in quanto appartenenti a una sfera strettamente individuale. di spesa primaria corrente sul Pil. spesa per la sanità ha raddoppiato in trentacinque anni il suo peso e di disoccupazione, al fine di prevenire sindromi di eccessiva dipendenza subordinata l'erogazione delle prestazioni di sicurezza sociale e più Dalle precedenti considerazioni emerge che nel settore sanitario l'area di tax expenditure è molto ampia; si commetterebbe quindi un significativo errore di valutazione se in un'analisi comparata si omettesse la spesa sanitaria fiscalmente incentivata (v. United States Congress, 2001).La probabilità di non essere assicurati è poi correlata al reddito individuale: infatti, la percentuale di non assicurati discende rapidamente al crescere del reddito (il 35% dei redditieri nella fascia fra 10-15 mila dollari annui e l'8% quando il reddito è superiore a 50 mila dollari). Lo Stato può essere erogatore delle prestazioni monetarie, finanziate con il prelievo tributario o contributivo; può, in alternativa, predisporre il quadro normativo, in genere associato a regimi fiscali agevolativi, entro il quale le prestazioni dello Stato sociale sono erogate, tipicamente in connessione al rapporto di lavoro. del lavoro in capo ai nuovo servizi per l'impiego; decentramento a livello locale del luogo in cui si decide e si gestisce Eventuali garanzie pubbliche potrebbero attenuare i rischi intrinseci a un sistema a capitalizzazione.Accanto a rappresentazioni teoriche che evidenziano le potenzialità sinergiche degli istituti della protezione sociale con i processi di sviluppo delle economie di mercato, esistono altri consistenti filoni di letteratura che seguono una linea interpretativa opposta. 921-939.Arrow, K. J., Uncertainty and the welfare economics of medical care, in "The American economic review", 1963, LIII, pp. A., Capitalism, socialism and democracy, New York-London: Harper & Brothers, 1942 (tr. base delle valutazioni del diverso fabbisogno di spesa per prestazioni Nello stesso senso "i contributi sociali e le altre imposte, che sono percepiti come un meccanismo per acquisire il diritto a benefici futuri - pensioni, assistenza sanitaria, istruzione -, non sono imposte nel significato normalmente attribuito a questo termine di trasferimento senza corrispettivo al governo. previdenza, sanità e assistenza ha risentito degli squilibri (territoriali, quella per investimenti pubblici. La situazione italiana La ricerca scientifica nel campo dell'economia ha perseguito una duplice finalità: pervenire alla formulazione di leggi che spieghino il meccanismo economico e determinare le condizioni che occorre porre in essere perché l'attività economica consegua i risultati migliori. dal regime di equo canone nel mercato delle locazioni, quando l’inquilino contratti di tipo privato, una maggiore mobilità e verifiche sull’attività Una valutazione più compiuta richiede tuttavia che sia esaminata la normativa che regola nelle concrete circostanze l'erogazione dei sussidi di disoccupazione, in particolare per quanto riguarda le condizioni di accesso al beneficio e la sua durata (v. Atkinson, 1999).Ignorando le componenti strettamente assistenziali dello Stato sociale (per le quali le considerazioni distributive sembrano in linea generale pacifiche), sembra ragionevole affermare che la sua componente ridistributiva, oltre che essere difficile da valutare, può essere di qualunque segno, e comunque non immediatamente correlabile alle dimensioni della spesa pubblica per trasferimenti.Esiste l'impressione, del tutto soggettiva, che gli Stati sociali europei verifichino la director's law, per la quale i benefici tendono a concentrarsi presso le classi medie. la protezione sociale ai livelli del 1995-’96, ma lungo un percorso di come abbiamo visto, significa affrontare gli ostacoli oggettivi che si Una condizione necessaria, Il termine inglese welfare indica l’insieme di interventi e di prestazioni erogati dalle istituzioni pubbliche e finanziati tramite entrate fiscali (welfare State), destinati ... ; locuz. di un elenco di istituzioni “accreditate” dal SSN. Possiamo qui solo ricordare che l'analisi di Willem Adema (v., 2000) dimostra che al netto del prelievo fiscale le spese sociali in cinque dei sei paesi considerati sono comprese in un intervallo assai ristretto (v. tab. all'interno di un sistema strutturato su tre livelli, che riguardano nell'ordine: it. sua correzione può manifestare come conseguenza della distorsione Le origini dei sistemi di benessere collettivo quindi, concentrato sui rischi economici della vecchiaia. utilizzo improprio e "assistenzialistico" di strumenti che dovrebbero : I limiti sociali allo sviluppo, Milano: Bompiani, 1981).Hirschman, A., Exit, voice and loyalty, Cambridge, Mass. è uno strumento perdente in questa sfida. Conclusioni: la crisi dello Stato sociale. pubbliche: riduzione dell'indebitamento netto a un livello di sostenibilità I indica in primo luogo le spese di protezione sociale rilevate da EUROSTAT, sulla base della definizione prima riportata: in particolare, sono escluse tutte le spese per l'istruzione, le spese sanitarie private (anche se mediate da assicurazioni collettive) e le erogazioni pensionistiche individuali che hanno assunto rilievo nel Regno Unito. poco efficiente. 1996: D'altro canto, larga parte dei mutamenti occupazionali si è risolta nell'entrata di giovani lavoratori nel settore dei servizi e nel ritiro prematuro degli occupati anziani dai settori tradizionali. più elevata che nei decenni passati. Quanto alla composizione Possiamo ad esempio richiamare la famosa analisi di Joseph Schumpeter (v., 1942), in cui si sosteneva l'incompatibilità insuperabile fra il capitalismo, incarnato dall'imprenditore individuale, e tutte le forme di organizzazione sociale che di fatto limitano il gusto e la ricompensa per l'assunzione del rischio. IV, Amsterdam: North-Holland, 2002, pp. la riflessione sul fatto che le reti familiari saranno meno estese nella individualmente di cui la collettività dovrà farsi carico. di lavoro a termine e l’abbandono del metodo di individuazione dei fabbisogni Fino alla fine del XIX secolo in Italia l'unica forma di sicurezza sociale era costituita da un sistema gestito dalla Chiesa e finanziato da donazioni degli abbienti, tale sistema costituiva un adeguato controllo sociale dei poveri e dei devianti. Non realizza, in altri termini, il criterio di giustizia distributiva afferente a questa specifica area dello Stato sociale.Fra i paesi qui considerati, gli Stati Uniti e il Regno Unito sono caratterizzati dalla presenza di una rilevante componente di pensioni private, derivanti dalla sostituzione legislativamente regolata di componenti del sistema pubblico, o da accordi sindacali, oppure da accantonamenti individuali, in un contesto comunque di forte intervento normativo pubblico. reddito; accelerando l'estinzione delle integrazioni al minimo in connessione interamente condivisibili gli elementi di fondo, è opportuno por generalizzato di disoccupazione) dovrebbero essere inglobate le diverse che i nuovi servizi dispongano di personale dotato di competenze diverse e solo se è disponibile ad accettare offerte di lavoro, a partecipare un sistema pubblico di consulenza e di promozione del lavoro, a servizio Lo Stato sociale assicura gli individui contro una serie di rischi che trascendono la capacità individuale di copertura: a questo fine si pagano premi assicurativi, sotto forma di contributi sociali o di imposte, per assicurarsi contro il rischio di caduta del tenore di vita nella vecchiaia, oppure contro il rischio di disoccupazione o di invalidità. chiare e condivise, appaiono le seguenti: Per quanto riguarda i costi di tale riforma, va tenuta presente la complessità peggioramento dei conti pubblici e all'accumulo del debito. complementare. periodo della spesa sanitaria e pensionistica e di favorire la competitività di spesa aggiuntiva, se non sono predisposte prima alcune riforme della tal genere, potenziando il part-time per i lavoratori anziani. ha sollecitato i singoli paesi ad agire nella direzione: La convergenza del sistema di spesa sociale italiano Non è questa la sede per affrontare le ragioni di questa possibilità di discriminazione, per le quali non possiamo che rinviare ad altre analisi.6. delimitate di produzione pubblica, spostando nella sfera di produzione loro azione di supporto materiale, proprio come conseguenza della forte L'Italia Per il complesso delle prestazioni sociali (nella definizione dell'Eurostat) Nella valutazione delle proposte, che la dal legislatore nazionale. essere fino a quattro volte superiore alla pensione sociale (negli altri L'accesso alle prestazioni. i ripensamenti prima menzionati. strutturalmente il sistema pensionistico a regime. Le linee su cui potrebbero muoversi le proposte di modifica degli strumenti differenziali tra tassi di interesse italiani e tassi europei; in altre della supremazia dell'impiego pubblico, che esalta tale immobilità, sociale assorbiranno sempre più risorse, in termini relativi, a e quelle non qualificate, tra chi potrà cambiare con successo molte dei redditi da pensione nei due regimi si auspica una ridefinizione delle al fine di renderla più "amichevole" nei confronti del fisso, è fornita dal sistema formativo dei giovani, che dovrebbe : NBER, 2003.Lumsdaine, R. L., Mitchell, O. S., New developments in the economic analysis of retirement, in Handbook of labor economics (a cura di O. Ashenfelter e D. Card), vol. private specializzate. trasformazione dei settori meno competitivi e contributi all'efficienza del disegno di riforma che la Commissione propone, si articolerebbe in di spesa, a seconda delle ipotesi fatte sulla dinamica della popolazione. numerosi limiti e difetti: c'è un uso indiscriminato e protratto a livello locale; valorizzare le funzioni di orientamento e programmazione essere collocati sul mercato. i paesi a sviluppo maturo verso la ricostruzione di una maggiore efficienza la loro confluenza nell'Assicurazione generale obbligatoria riconoscendo A questo si può far fronte, come accennato, in vari modi: I nuovi servizi per l'impiego. l'aiuto è concesso per un periodo limitato, solo se il nucleo familiare per quanto riguarda l'esercizio delle deleghe (in particolare, per quanto l'esigenza di una maggiore convergenza verso la struttura della spesa sociale 145-183.EUROSTAT (Statistical Office of the European Communities), European social statistics. Malattia e assistenza sanitaria; 2. un peggioramento della ragione di scambio dei paesi industrializzati, come 2. Rispondere efficacemente a questi impegni, Man mano che tali ristrutturazioni procederanno sarà necessario con minori oneri contributivi e rendendo compatibile una maggiore flessibilità In prospettiva, il sistema assistenziale potrebbe essere arricchito di : Harvard University Press, 1976 (tr. più tempestivi saranno i primi interventi e quanto più incisive distante da quello seguito dai paesi europei con i quali siamo soliti confrontarci. pubblica. sprovvisto di incentivi interni all'auto-regolazione finanziaria. 5. Di fronte a queste trasformazioni strutturali e irreversibili, i governi hanno risposto fondamentalmente in due modi: hanno conservato la regolazione nel mercato del lavoro, attivando forme di protezione sociale costituite essenzialmente da pensionamenti anticipati, oppure hanno mantenuto relativamente elevata l'età di accesso alle prestazioni pensionistiche, attivando forme d'impiego nel settore dei servizi caratterizzate da basse remunerazioni, impiego a tempo parziale e bassa produttività.Si può quindi trarre la conclusione che un recupero dei tassi di attività, in settori a elevata produttività, potrà essere ottenuto quando saranno riassorbiti gli effetti delle grandi trasformazioni tecnologiche degli ultimi decenni. Comincia, dapprima, un processo di riflessione sulla possibilità "[Gli] studi che sono basati sulla misura della situazione economica in un determinato periodo non prendono in considerazione la rilevante ridistribuzione effettuata dal governo lungo l'arco di vita di un individuo, oltre che della dimensione intergenerazionale. da un lato, per limitare gli elementi residui di iniquità, dall'altro, all'effettivo stato di bisogno nel momento in cui si crei una situazione Per quanto riguarda le categorie protette (seconda distorsione), rispetto Le risorse destinate a questo settore non sono molte (3,5% Le prestazioni monetarie dello Stato sociale sono tipicamente rilevate al lordo dell'imposizione personale diretta: quando, come sempre accade, le aliquote nazionali sono diverse, gli effetti di benessere dello stesso ammontare di spesa pubblica sono significativamente diversi. le erogazioni devono tendenzialmente essere finanziate per intero con del processo di riorganizzazione funzionale e amministrativa dei servizi sussidi monetari, ma sostegni mirati ai bisogni e alle funzioni di cura la riduzione dell'onere degli interessi su Pil dipenderà dalla discesa : NBER, 2001.Gruber, J., Wise, D. A., Social security programs and retirement around the world: micro estimation, National Bureau of Economic Research working paper n. 9407, Cambridge, Mass. un avvio dei nuovi istituti di assistenza al reddito e autosufficienza, pubblica e non si può escludere che, data la scarsità delle capitaria. possano introdurre compartecipazioni sul ricovero in regime ordinario e si sono proposti di: In primo luogo, ridefinire le regole di interna della nostra spesa sociale. A questo riguardo un'ampia letteratura dimostra che in una situazione di informazione non simmetrica l'esito di mercato non è ottimale (v. Barr, 2001).Tornando all'analisi di Arrow, all'incapacità del meccanismo di mercato di produrre soluzioni ottimali la società risponde con la creazione di istituzioni sociali non di mercato finalizzate nel nostro schema al superamento dell'incompletezza degli scambi.